Apposizione: come riconoscerla

Apposizione: come riconoscerla e etimologia della parola

Il termine APPOSIZIONE deriva dal latino APPOSITIONEM che significa cosa posta vicino

apposizione come riconoscerla

Apposizione: come riconoscerla

L’apposizione è un nome, solo o accompagnato da un attributo o da un complemento, che si unisce a un altro nome per meglio definirlo; può precedere o seguire il nome al quale si riferisce:

  1. lo precede quando è semplice ( l’ingegner Rossi lavora molto);
  2. lo segue invece quando è composto ( Sergio, il nostro cugino di Roma, si è laureato).
  • Il dottor Rossi abita a Genova. ( dottore= nome comune di persona con funzione di apposizione del nome Rossi)
  • Il fiume Po nasce dal Monviso ( stessa cosa)

Come l’attributo, l’apposizione si può riferire a qualsiasi elemento della frase in cui ci sia un nome, quindi al soggetto e a tutti i complementi:

Lo zio (apposizione del soggetto) Giuseppe è partito, tornerà con il signor ( apposizione del complemento) Bianchi.

Due tipi di APPOSIZIONE:
  • Apposizione semplice è quella già vista, come sopra.
  • Apposizione composta è formato da altri elementi in cui l’apposizione, cioè il nome è determinato da uno o più attributi o da un complemento di specificazione.

Esempio di apposizione composta:

Giovanni, mio fratello, ha vinto la gara.

Giovanni= soggetto

mio fratello= Apposizione composta del soggetto formata da:

mio= ( aggettivo possessivo riferito al nome fratello) Attributo dell’apposizione

fratello= ( nome com. di pers.) Apposizione del soggetto (Giovanni)

ha vinto= predicato verbale

la gara= complemento oggetto ( risponde alla domanda che cosa)

Altro esempio di apposizione composta:

Giovanni, il fratello minore di Laura, ha vinto la gara.

Giovanni = soggetto

Il fratello minore di Laura = Apposizione composta del soggetto formata da:

Il fratello= (nome com. di pers.) Apposizione del soggetto

minore= ( aggettivo comparativo del nome fratello) attributo dell’apposizione

di Laura = (compl. di specificazione)

Una Particolarità dell’apposizione

Alcune volte l’APPOSIZIONE viene introdotta dalla preposizione da, o da alcune espressioni:

quale, in qualità di, come, in veste di, in qualità di, quel buono a nulla di, quel bel tipo di, come dirigente di, quella peste di..

Alcuni esempi:

  1. .Mia madre, come dirigente di azienda, ha molte responsabilità.
  2. Gianni, da bambino, è vissuto a Napoli.
  3. Il Giudice ha convocato Antonio in qualità di testimone.
  4. Quella peste di mio fratello ne combina di tutti i colori.
  5. Conosci quella sagoma di Carlo?

Una curiosità da sapere per non sbagliare:

Il nome “città” non si costruisce con l’apposizione ma con un complemento di denominazione.

Contenuti

, ,

Donna è

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.